Navigare sicuri in rete

Il web è pericoloso, non ce lo dicono soltanto gli esperti di sicurezza informatica, ma anche le statistiche: l’Italia è il secondo paese al mondo più colpito dai malware, ed il numero di questi ultimi è in continuo aumento.
Il nostro paese è tanto colpito principalmente perché manca una cultura della sicurezza. Gli italiani navigano in rete senza tenere conto delle regole base per una navigazione sicura, visitando siti web di dubbia affidabilità e fidandosi troppo delle risorse che scaricano sul computer.


E’ necessario tenere presente che il browser con cui si naviga è il principale pericolo per la privacy e la sicurezza dell’utente, tenerlo pulito ed eliminare i componenti (estensioni) superflui è quindi di grande importanza.
Se è vero, come affermano gli esperti di sicurezza informatica che gli antivirus non sono più utili come una volta, è anche vero che navigare sicuri è possibile.
Per prima cosa è indispensabile prestare attenzione ai siti web che si frequentano. Un sito pieno zeppo di banner (che è comunque possibile eliminare grazie a estensioni tipo AdBlock) non dovrebbe dare molta fiducia.
In linea di massima bisogna sempre tenere conto del protocollo utilizzato dal sito web, specialmente quando si fanno transazioni. Un eCommerce dovrebbe sempre mostrare il lucchetto verde a sinistra dell’indirizzo del sito (protocollo https), se sul browser non si visualizza il lucchetto verde è bene non acquistare.

E’ stato inoltre evidenziato che le password che utilizziamo per gli innumerevoli account utilizzati sul web, sono troppo poco sicure. Utilizzare una password di almeno 8 caratteri, alternando lettere maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali è condizione essenziale per la sicurezza del proprio account.
E’ importante utilizzare password diverse per account diversi, nonostante non sia facile ricordarle. A questo proposito possiamo affidarci ad un password manager, particolare software che tiene in memoria qualsiasi password utilizziamo sul web.


Related Articles

Close