Disabilitare gli acquisti in-app automatici su iPhone

Qualche giorno fa è uscita la notizia riguardante un bambino che in Gran Bretagna è arrivato a spendere – all’insaputa dei suoi genitori – più di 1500 sterline in acquisti in-app. Come è possibile, direte? Beh, semplicemente usando un gioco gratuito installato sull’iPhone del suo papà, con il quale spesso avavano giocato insieme. Il bambino ha continuato a giocare anche quando, per farlo, veniva richiesta la spesa extra – come avviene per la maggior parte delle app di giochi gratuite.


Per fortuna Apple – con un’abile mossa pubblicitaria – ha restituito l’intera somma ai genitori del ragazzo, ma molti utenti – preoccupati che una cosa simile potesse accadere anche a loro – hanno iniziato a chiedere come fare per evitare problemi di questo tipo. La soluzione per fortuna esiste, e la buona notizia è che è integrata in iOS.

in-app automatici su iPhone 2

foto: newstecnologia24.it

Le cosiddette “app freemium” – cioè i titoli gratuiti con possibilità di acquistare successivamente nuove funzioni, livelli, potenziamenti, ecc. – rappresentano una vera e propria moda che sta dilagando in tutto il mondo. Gli sviluppatori si sono accorti che per alcune tipologie di giochi è più conveniente la formula freemium, proponendo il titolo a prezzo scontato o gratuitamente, e dando in seguito l’opportunità di comprare nuove funzioni o aggiornamenti tramite “in-app purchase”. Un esempio che vi facciamo è il nuovissimo Real Racing 3: il gioco è completamente gratuito, ma se non vogliamoaspettare decine di minuti per riparare o potenziare la nostra auto dovremo acquistare dei gettoni.

Con il dilagare di questo tipo di app, dunque, è aumentata di conseguenza la preoccupazione di chi magari è solito lasciare il proprio iPhone a figli o bambini piccoli. I bambini, non consapevoli della spesa, possono quindi facilmente spendere soldi per nuove funzioni in-app, soprattutto se non vi è il bisogno di inserire alcuna password. Sappiamo infatti che anche quando abbiamo una password impostata per proteggere il nostro conto, ogni volta che la usiamo iOS di default non la richiede per i successivi 15 minuti. Sembra incredibile, ma è proprio in soli 15 minuti che il bambino della notizia ha speso 2000€ in acquisti in-app!

Cosa dobbiamo fare dunque se vogliamo evitare situazioni del genere?

Prima di tutto impostiamo la nostra password. Per evitare che iOS non richieda la password nei successivi 15 minuti dall’inserimento, dobbiamo poi eseguire le seguenti operazioni:

1. Apriamo “Impostazioni”, clicchiamo su “Generali”;
2. Selezioniamo “Restrizioni” e inseriamo una nuova password;
3. Ora andiamo in basso e apriamo “Richiedi Password”;
4. Selezioniamo la voce “Subito”.
 

in-app automatici su iPhone

Da ora in poi, se abbiamo seguito e completato bene tutti i passi, iOS ci richiederà ogni volta la password per gli acquisti in-app e su App Store, anche nel caso in cui l’avessimo già inserita pochi secondi prima per un’altra operazione. Sempre dalla schermata “Restrizioni”, se vogliamo proprio essere sicuri di non ricevere brutte sorprese potremo disabilitare direttamente del tutto gli acquisti in-app. Per farlo, da “Restrizioni” dobbiamo disattivare la voce “Acquisti in app”.

Così facendo non sarà più possibile effettuare questo genere di acquisti, se non riattivando l’opzione, per cui ci verrà chiesta la password iniziale. Sempre dalla schermata “Restrizioni” possiamo infine disabilitare l’installazione e l’eliminazione delle app, o l’acquisto di brani da iTunes e di ebook da iBooks Store. É possibile addirittura bloccare l’utilizzo di Facetime, Fotocamera e Safari.

Possiamo anche impedire che vengano installate solo le applicazioni vietate ai minori: per farlo basterà andare nella scheda “Applicazioni”, nuovamente in “Restrizioni” e togliere la spunta in base all’età. In questo modo potremo essere sicuri che i nostri bambini si divertano con l’iPhone del papà o della mamma senza rischi e in tutta tranquillità.


Tags

Related Articles

Close